Ordine Medici di Varese: emergenza al Pronto Soccorso, ognuno faccia la sua parte

13 gennaio 2017

Il caso del sovraffollamento del Pronto Soccorso dell'ospedale civile di Nola è al centro del dibattito nazionale. Difficoltà della struttura ospedaliera e misure prese nei confronti dei camici bianchi sono state seguite da polemiche e reazioni. Un tema di stringente attualità su cui prendono la parola in un comunicato congiunto il presidente dell'Ordine dei medici di Varese, dottor Roberto Stella, e il direttore del Pronto soccorso di Varese, e membro del Consiglio direttivo dell'Ordine, dottor Saverio Chiaravalle.


"L'emergenza affrontata nel Pronto soccorso di Nola non può essere imputata a medici e personale infermieristico solo perchè operano in prima linea – dichiarano i due medici varesini -. Soprattutto in un momento di assalto al Pronto soccorso, di allarmismo sui media, di organici ridotti nel periodo natalizio, per quanto la presenza dei medici venga garantita al massimo richiamandoli in servizio da riposi e ferie".


"Non è possibile penalizzare sempre medici e personale infermieristico – continuano Stella e Chiaravalle -, trasformati in facili capri espiatori in una situazione di difficoltà e disorganizzazione che spesso si trascina da tempo, legata a scelte non fatte, inadeguate o rinviate a livello politico. Una situazione in cui camici bianchi e infermieri si sforzano di garantire il loro lavoro con serietà e dedizione".


"Ci sono momenti di emergenza che possono presentarsi – concludono i due medici varesini – nel Pronto soccorso di un ospedale, ma proprio per questo vanno messi in atto urgentemente misure che tutelino personale sanitario, ma soprattutto i cittadini. A partire dalle scelte contenute nella riforma della sanità regionale, come il rafforzamento delle cure intermedie e della medicina del territorio. Ognuno deve fare la sua parte, come fanno medici e personale infermieristico ogni giorno e per tutto l'anno".


Un grazie doveroso è rivolto dal dottor Stella e dal dottor Chiaravalle a tutti i colleghi e al personale infermieristico che non solo nelle situazioni di emergenza, ma ogni giorno garantiscono il loro impegno a favore della tutela della salute dei cittadini con la massima dedizione e professionalità.